CANONE UNICO PATRIMONIALE

Dettagli del documento

Descrizione

La Legge 160 del 27 dicembre 2019 (legge di bilancio 2020) stabilisce, a decorrere dal 01/01/2021, l'istituzione del canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria (Canone Unico Patrimoniale), che riunisce in una sola forma di prelievo le entrate relative all'occupazione di aree pubbliche e la diffusione di messaggi pubblicitari. Nella stessa legge è prevista l'istituzione del canone patrimoniale di concessione per l'occupazione nei mercati. Il canone unico patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria è istituito dai comuni, dalle province e dalle città metropolitane, a decorrere dal 2021. Esso sostituisce: - la tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche (TOSAP); - l'imposta comunale sulla pubblicità e il diritto sulle pubbliche affissioni (ICPDPA), - il canone per l'installazione dei mezzi pubblicitari (CIMP). Il canone è dovuto dal titolare dell’autorizzazione o della concessione ovvero, in mancanza, dal soggetto che effettua l’occupazione o la diffusione dei messaggi pubblicitari, anche se effettuati in maniera abusiva. Fatto salvo il contenuto obbligatorio del regolamento per il quale si rimanda alla legge sopra citata, la disciplina del canone unico patrimoniale è demandata ai regolamenti dell'ente adottati dall'organo consiliare.

Descrizione Breve

Documentazione relativa a 'CANONE UNICO PATRIMONIALE'

Pubblicazione

2023 23 giu

Data Ultima Modifica

Ultimo aggiornamento

Ultima modifica avvenuta il venerdì 23 giugno 2023, 11:48

Creazione

Inserito sul sito il mercoledì 17 maggio 2023 alle ore 16:23:15 per numero giorni 372

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri